Comunicato Stampa della 4. puntata

“Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati”

Ospiti di Alessandro Sortino a “Beati Voi”: Catello Maresca, Paolo Cirino Pomicino, don Beniamino Sacco e Vincenzo Agostino

Domani ore 21.10 su Tv2000

Chi sono oggi  “quelli che hanno fame e sete di giustizia”? Esiste davvero una giustizia terrena? Quanto può valere la pena spendere una vita per inseguirla? Sono queste le domande al centro della quarta puntata di“Beati voi”, il nuovo programma di Alessandro Sortino dedicato alle beatitudini evangeliche in onda su Tv2000 (canale 28 del digitale, 18 di TivuSat, 140 di Sky, in streaming su www.tv2000.it) domani 15 giugno alle 21.10.

Alle domande di Alessandro Sortino cercheranno di trovare una risposta gli ospiti in studio, personaggio noti (e non) chiamati a condividere con il pubblico la propria storia, la propria testimonianza, la propria personale rivendicazione di giustizia.

Tra questi, Catello Maresca, giovane magistrato della direzione distrettuale antimafia di Napoli che ha coordinato l’arresto del boss dei casalesi Michele Zagaria e del superkiller Antonio Iovine: tra i più esposti nella lotta alla camorra,  da anni vive sotto scorta. Presente in studio anche Paolo Cirino Pomicino, l’ex ministro dc che da Mani Pulite in poi ha affrontato 42 processi, uno solo concluso con una condanna, un altro con il patteggiamento, quaranta terminati  con il proscioglimento.

Tra i protagonisti della prima serata di Tv2000 ci sarà anche don Beniamino Sacco, il prete siciliano che da anni denuncia lo sfruttamento delle giovani migranti rumene nelle serre del ragusano, e Vincenzo Agostino, il padre dell’agente agente di polizia ucciso dalla mafia nel 1989 insieme alla moglie incinta che, ancora oggi, chiede verità sulla morte del figlio Nino. Ad arricchire la riflessione, a provocare le domande, ad azzardare le risposte sarà un’intervista di Vito Foderà a don Luigi Ciotti, il fondatore dell’associazione Libera, il prete antimafia segnalato dalle procure nazionali come l’uomo più a rischio d’Italia. Intermezzi di musica e teatro faranno da trait d’union alle singole storie con il contributo della cantante Pilar e dell’attore Giovanni Scifoni.

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone