Storie e Persone. Ogni martedì in seconda serata

Martedi in seconda serata Tv2000 ripropone un viaggio ed un racconto della quotidianità di un’Italia lontana dalle superficiali mode televisive. “Storie e Persone”, la serie di reportage curata da Sergio Canelles, propone volti e vicende di individui e comunità segnate dal cambiamento dei tempi. Gli ultimi carbonai nelle terre dell’Aspromonte; vivere la chiusura mancata di un manicomio criminale; ex minatori e pastori sardi  a scuola serale per  studiare filosofia; gli ultimi eredi dei profughi istriani; stare nel territorio a più alto rischio tumori in Europa; chi sono oggi gli emigrati italiani in Belgio,  solo per citare alcuni dei temi delle prossime puntate.

Puntata 1 – Storie e persone: i carbonai di Serra San Bruno

Un mestiere che ha decine di secoli. Una tecnica inventata dai Fenici: i carbonai di Serra San Bruno, Calabria, oggi non sono  più di 15, e forse  tra pochi anni non esisteranno più. Storie e Persone racconta la giornata degli ultimi uomini che sulle montagne producono un combustibile originale, ma  che a causa dell’ importazione selvaggia dall’Est Europa,  si trovano espulsi dalla produzione.

 

Puntata 2 – Storie e persone – L’esodo dei profughi istriani

La storia drammatica dell’esodo dei profughi istriani avvenuto alla fine della Seconda guerra mondiale. Attraverso documenti e testimonianze Sergio Canelles ripercorre le vicende di oltre 300mila persone: fiumani, dalmati, istriani. Storie di guerra, di violenze, di ferite profonde. E poi la storia del Magazzino 18 del Porto Vecchio di Trieste……

 

Puntata 3 – Storie e persone: i minatori di Genk (Belgio)

Partirono in decine di migliaia per  lavorare nelle miniere del  Belgio, Germania, Olanda.  Era la manodopera italiana a buon prezzo. Lì costituirono comunità d’emigrazione che oggi a distanza di decenni sono realtà ben diverse. Storie e Persone arriva a Genk, in Belgio, e racconta con le testimonianze degli ex minatori quell’epopea, ma anche l’oggi di italiani con vissuti sorprendenti.

 

Puntata 4 – Storie e persone: l’azienda agricola Vaira

Leggere la storia di un territorio, della sua gente ed il lavoro di generazioni. “Storie e Persone” a cura di Sergio Canelles arriva nella grande azienda agricola Vaira, in Molise, e racconta come da una storica attività agricola si sia giunti oggi ad una produzione biologica e biodinamica leader in Europa.

 

5 – Storie e persone: Barcellona Pozzo di Gotto

Una giornata con alcuni  pazienti/detenuti di un ospedale psichiatrico giudiziario. Storie e Persone racconta pezzi di vite difficili e drammatiche tra gli ospiti della Casa della misericordia, a Barcellona Pozzo di Gotto, sede di manicomio giudiziario. L’associazione, per  concessione del Tribunale, riceve individui affetti da disturbi mentali: esistenze segnate  ma anche volontari che agiscono coraggiosamente  sul confine della  ragione.

 

6 – Storie e Persone: Reggio Emilia

Sergio Canelles ci porta a Reggio Emilia,  in una realtà lavorativa e di solidarietà tra le più importanti d’Italia, cui aderiscono una ventina di cooperative sociali. Tutto nasce da un  gruppo di giovani cattolici. “Storie e Persone” racconta come quei ragazzi, oggi tutti over 65 anni, hanno costruito un modello di intervento contro il disagio  e aiuto per  le fasce più deboli della società,  creando anche  impresa senza mai dimenticare chi è più svantaggiato.

 

7 – Storie e Persone: Vivere sotto il Vesuvio

Il Vesuvio, una delle immagini di Napoli, in una delle aree con più alta densità abitativa dell’intero pianeta. Storie e Persone racconta cosa vuol dire per la gente del luogo sapere che “A Muntagna” è solo addormentata. Ma anche come funziona un sistema di monitoraggio unico al mondo, le ipotesi di sgombro in caso di pericolo, il senso di vivere su un’area che prima o poi esploderà. Il viaggio di “Storie e Persone”, curato da Sergio Canelles, continua. Come sempre andiamo dentro le parti d’Italia lontane da riflettori o da cronache spesso superficiali per avvicinarsi invece a pezzi di quotidianità e realtà ricche di sorprese e umanità. “Storie”, e dunque “Persone” che non si arrendono.

 

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0