Il lavoro in Italia: inchiesta approfondita tra precariato, licenziamenti, multinazionali che delocalizzano all’estero, lavoro a nero, voucher e sfruttamento. Avanti il prossimo: mercoledì 8 febbraio alle 21.05

Mercoledì 8 febbraio, si rinnova l’appuntamento con Avanti il Prossimo, il talk in prima serata su TV2000 su attualità, società, economia e politica condotto da Piero Badaloni. Dopo aver toccato due temi cruciali come sicurezza e sanità, argomento della terza puntata sarà il lavoro. Un’inchiesta approfondita sull’occupazione in Italia tra precariato, licenziamenti, multinazionali che delocalizzano all’estero, lavoro a nero, voucher e sfruttamento. Con il Senatore Pietro Ichino, tra i massimi esperti di diritto del lavoro, il Segretario Confederale della CGIL con delega al mercato del lavoro Tania Scacchetti e Monsignor Filippo Santoro, Arcivescovo di Taranto, collegato da Napoli per il convegno “Chiesa e Lavoro”, si commenteranno gli ultimi dati Istat relativi all’occupazione, le luci, le ombre e le preoccupazioni di giovani e over 40, senza tralasciare le conseguenze del Jobs Act e il fenomeno sempre più crescente delle false partite IVA: una pratica che contribuisce a rendere il mercato del lavoro in Italia ancora più instabile e incerto. Tra gli altri ospiti, l’imprenditore romano Giuseppe Moro che, dopo un forte utile nel bilancio della sua azienda (la Convert Italia), ha donato due mensilità in più ai suoi dipendenti, Silvia De Francia, farmacologa costretta a lavorare con una falsa partita IVA in un ospedale piemontese, e la storia di Angelo Farano, che da collocatore per un’agenzia interinale si è ritrovato improvvisamente senza lavoro. Durante la puntata, un collegamento con gli ex dipendenti della sede “Vesuvius” di Cagliari licenziati senza preavviso il 31 dicembre 2016 e ancora in attesa di essere ricollocati. Tra i servizi che andranno in onda, il reportage di Andrea Postiglione sulla situazione non propriamente florida del mercato del lavoro a Sanremo e un’inchiesta di Vito D’Ettorre sul mondo dei voucher.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0