Retroscena, martedì in seconda serata. Protagonista Elena Bucci

Tutta la ‘follia’ di Dario D’Ambrosi e il premio Ubu 2016 Elena Bucci protagonisti della 17ma puntata di Retroscena. Attore apprezzato da Mel Gibson e Sir Anthony Hopkins, che l’hanno voluto in due loro film – rispettivamente La passione di Cristo e Titus – Dario D’Ambrosi è il fondatore del Teatro Patologico, ovvero l’arte di Dioniso che esalta il “pathos”, la sofferenza, la ferita fisica e psichica; un percorso artistico all’avanguardia nel trattamento e nell’elaborazione drammaturgica delle malattie mentali e dell’handicap. Non pago da quest’anno Dario D’Ambrosi rilancia attivando, in collaborazione con l’università di Tor Vergata di Roma, il primo corso universitario al mondo di Teatro Integrato dell’emozione: un corso dove teatro e psicologia, arte e terapia, si fondono attraverso lo studio di discipline dello spettacolo. Siamo stati all’inaugurazione documentando come gli allievi del corso sviluppino le loro capacità di comunicazione, affinando abilità espressive e potenziando la propria creatività. Nella seconda parte di puntata una lunga intervista alla migliore attrice o performer teatrale italiana dell’anno secondo la giuria del premio Ubu: Elena Bucci. Attrice, regista e autrice Elena Bucci ha fatto parte del nucleo storico del Teatro di Leo di Leo de Berardinis, regista e teorico tra i più influenti del dopoguerra. Retroscena l’ha incontrata a Bologna in occasione del debutto del suo ultimo spettacolo: Prima della pensione, del drammaturgo austriaco Thomas Bernhard. L’opera racconta le ambigue memorie di infanzia e di guerra, le recriminazioni incrociate di una famiglia di tre fratelli votati a un rapporto di morbosa dipendenza reciproca. In chiusura la consueta esclusiva creazione della sand artist Gabriella Compagnone, e l’ormai immancabile appuntamento con la rubrica “CheTeatroFa”: una mappa degli eventi e delle “temperature” teatrali più significative della nostra penisola in stile meteo.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0