Ue: Tv2000 dedica palinsesto speciale ai 60 anni dei Trattati di Roma

Tv2000 augura buona compleanno all’ Europa. In occasione dei 60 anni della firma dei Trattati di Roma l’emittente della Cei dedica un palinsesto speciale con programmi, documentari e approfondimenti.
La programmazione che porterà all’anniversario del 25 marzo inizia domenica 19 alle ore 14.20 con il programma ‘Borghi d’Italia’ condotto da Mario Placidini alla scoperta di Subiaco, in provincia di Roma, per dedicare una puntata alla città di San Benedetto, Patrono d’Europa.
Mercoledì 22 marzo alle 21.05 Piero Badaloni conduce “Avanti il Prossimo”. Si parlerà di Europa con il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei e del Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa, e Romano Prodi, ex presidente della Commissione europea. Si discuterà sull’Europa a due velocità, ipotesi che sarà commentata anche con il giornalista Giovanni Floris, Maarten van Aalderen, giornalista olandese presidente dell’Associazione Stampa Estera e corrispondente del “De Telegraaf” in Turchia e Roberto Ippolito, autore di “Eurosprechi” per un dibattito sugli sprechi economici dell’Unione.
Di Europa parlerà anche ‘Today’, in onda giovedì 23 marzo in seconda serata. Un reportage di Solen De Luca da Bruxelles raccoglie le testimonianze di europarlamentari con provenienze e collocazioni politiche diverse; in studio, Andrea Sarubbi ospita Gianni Pittella, presidente dell’Alleanza progressista dei socialisti e democratici. Approfondimento anche del Tg2000 con l’intervista nel ‘Post’ ad Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo.
Per ricordare uno dei fondatori dell’Unione Europea, Alcide De Gasperi, Tv2000 manderà in onda, venerdì 24 marzo alle 21.05, “De Gasperi – l’uomo della speranza” di Liliana Cavani.
Il 25 marzo il simbolo dell’Europa sarà presente in sovraimpressione su Tv2000 per tutta la giornata di programmazione. “60 anni d’Europa” è invece il titolo dello speciale del Tg2000 a cura di Donatello Vaccarelli che andrà in onda alle 12.15 con l’intervista a Romano Prodi e anche Mario Segni e Antonio Martino, figli dei due italiani che hanno firmato i Trattati di Roma e anche. A seguire il concerto con la Sinfonia Nona di Beethoven, inno dell’Unione europea.

 

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0