L’Isis rivendica l’attentato alla discoteca di Istanbul. L’analisi di Alberto Negri

La rivedicazione da parte dell’Isis dell’attentato alla discoteca di istanbul, la notte di capodanno. “Colpiti i cristiani infedeli” le parole contenute in un comunicato diffuso dal califfato per la prima volta anche in lingua turca. Ma perché è stata presa di mira proprio la Turchia? La cronaca e poi l’analisi di Alberto Negri, editorialista del Sole 24 ore. Servizio di Pierluigi Vito

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone