La denuncia di padre Alejandro

Padre Alejandro Solalinde si batte in Messico per i diritti dei migranti, in fuga da violenze e miseria verso gli Stati Uniti. In libreria, “I narcos mi vogliono morto”, la drammatica denuncia del coraggioso missionario, ormai da anni sotto scorta per aver svelato i crimini commessi dai trafficanti di uomini, collusi con il potere e la polizia. Per il suo impegno, padre Solalinde è stato candidato al premio Nobel per la pace. Lui stesso racconta come è iniziato

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone