Teatro che passione

Due spettacoli teatrali di grande successo.
In M’accompagno da me, Michele La Ginestra gioca con il palcoscenico, che si trasforma in una cella del carcere, nella quale passano avvocati, detenuti, personaggi improbabili, tutti legati da un unico comun denominatore: i reati previsti dagli articoli del codice penale!
Nonostante la “reclusione”, lo spettacolo riserva momenti di rara comicità, di gioiosa spensieratezza, ed anche, come è d’uso, di riflessione.
Come Cristo comanda è ambientato in Palestina, nell’anno 33 d.C. I protagonisti sono due soldati romani che hanno assistito alla crocefissione di Gesù e ne parlano in un bivacco nel deserto.
Un testo dell’anima che vuole stimolare riflessioni profonde. Pur affrontando il messaggio cristiano, si dipana su vari livelli di lettura, e invita lo spettatore ad individuare quel quid che solo le emozioni riescono a percepire; indica la via dell’ascolto e suggerisce di lasciarsi trasportare dalla forza dell’amore intesa come chiave di volta dell’agire umano.

Di Michele La Ginestra