“Giovanni Paolo II” con Jon Voight.
Domenica 24 settembre alle 21.20

Dopo la prematura scomparsa della madre, Karol Wojtyla viene allevato dal padre nella Polonia della prima metà del XX secolo. Studente brillante e trascinatore, fin da giovane sogna di diventare un attore di teatro. Quando nel 1939 cala sulla sua patria l’invasione nazista, insieme ai suoi amici si oppone clandestinamente alla sistematica persecuzione della cultura polacca. Ma è un evento luttuoso a dare una nuova forma alla “resistenza” di Karol: la morte del padre, accompagnata dall’esperienza di una lacerante solitudine, gli rendono chiara la vocazione sacerdotale. Con la fine della guerra, la Polonia cade nella morsa del nuovo totalitarismo sovietico. Indossata la tonaca, Karol educa incessantemente i giovani, di cui si circonda, alla salvaguardia e alla difesa della dignità dell’uomo fondata in Cristo. Una minaccia profonda per il regime. Eppure le autorità comuniste vedono in lui solo un innocuo intellettuale e finiscono per favorirne la nomina a vescovo: il più giovane nella storia della Polonia. Divenuto poi cardinale, Karol si fa più intransigente nella guida spirituale della sua patria, fino a divenire una vera spina nel fianco del governo comunista e un punto di riferimento assoluto per la sua gente.
L’intero mondo cattolico comincia ad accorgersi di lui.

Regia: John Kent Harrison

Cast:

Giovanni Paolo II: Jon Voight

Karol (18-50 anni): Cary Elwes

Sapieha: James Cromwell

Wyszynski: Christopher Lee

Casaroli: Ben Gazzara

Roman: Daniele Pecci

Eva: Vittoria Belvedere

Navarro Valls: Giuliano Gemma