Il diario di Papa Francesco: Lampedusa, don Oreste Benzi, storie di Paradiso

lunedì 8 - venerdì 12 luglio ore 17.30

LUNEDÌ 8 LUGLIO – LAMPEDUSA

In occasione del sesto anniversario della visita del Pontefice a Lampedusa, l’8 luglio del 2013, Papa Francesco celebra alle ore 11, nella Basilica di San Pietro, una messa per i Migranti. Partecipano alla celebrazione circa 250 persone tra migranti, rifugiati e quanti si sono impegnati per salvare la loro vita. Nel ricordo di quanti sono morti per sfuggire alla guerra e alla miseria e per incoraggiare coloro che ogni giorno si prodigano per sostenere, accompagnare e accogliere i migranti e i rifugiati, il Diario  ospita dalle 17.30 alle 18.00, con la conduzione di Nicola Ferrante, mons. Guerino Di Tora, vescovo ausiliare di Roma, presidente della Commissione Episcopale per le Migrazioni e presidente della Fondazione “Migrantes”.

MARTEDÌ 9 LUGLIO – LA VIA DI GESU’

Martedì 9 luglio incontro con il giornalista e direttore della Editrice Missionaria Italiana Lorenzo Fazzini, curatore del volume “Jorge Mario Bergoglio – La via di Gesu’- Il Vangelo secondo Francesco “, edito da Solferino con la prefazione dell’arcivescovo metropolita di Bologna mons. Matteo Zuppi.
«La forza del Vangelo di Dio converte i cuori, risana le ferite, trasforma i rapporti umani e sociali secondo la logica dell’amore.» Questa è la fede di Papa Francesco, che non si dedica alla proclamazione di astratti dogmi teologici ma preferisce ribadire, con la parola e l’esempio, come il Cristianesimo abbia a che fare con la terra e con il cielo, con la storia e con l’eternità, con il corpo e lo spirito. Senza alternative né separazioni. «Gesù- ha detto il Papa -ci ricorda che l’attesa della beatitudine eterna non ci dispensa dall’impegno di rendere più giusto e più abitabile il mondo.» I commenti di Papa Francesco ai quattro Vangeli presentati nel libro si muovono su questa direttrice. E parlano a tutti: ai credenti che riconoscono in Papa Francesco la guida della Chiesa cattolica e ai non credenti, che hanno individuato nell’uomo Bergoglio un’autorevole guida morale in tempi di crisi e di cambiamento.

MERCOLEDÌ 10 LUGLIO – LA MISSIONE COME VITA: IN RICORDO DI DON ORESTE BENZI
Un incontro televisivo d’eccezione per il Diario mercoledì 10 luglio: in studio Giovanni Ramonda responsabile generale dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII. La Comunità, fondata nel 1968 da don Oreste Benzi, è impegnata nel contrastare l’emarginazione e la povert: si dedica a poveri e oppressi e vive con loro, 24 ore su 24.  Oggi la Comunità raggiunge, ogni giorno, oltre 41 mila persone nel mondo, grazie a più di 500 realtà di condivisione tra case famiglia, mense per i poveri, centri di accoglienza, comunità terapeutiche, Capanne di Betlemme per i senzatetto, famiglie aperte e case di preghiera. La Comunità opera anche attraverso progetti di emergenza umanitaria e di cooperazione allo sviluppo, ed è presente nelle zone di conflitto con un proprio corpo nonviolento di pace, “Operazione Colomba”. Dal 2006 APG23 siede alle Nazioni Unite con lo Status di Consultative Special nell’Ecosoc (Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite), facendosi portavoce degli ultimi del mondo laddove i leader internazionali prendono le decisioni sulle sorti dell’umanità.

GIOVEDI’ 11 LUGLIO – TERRA SANTA
Il giornalista del Pime “Mondo e Missione” Giorgio Bernardelli, con il suo ultimo libro edito per Terra Santa dal titolo “Preferivo le cipolle – Dieci obiezioni (da sfatare) a un viaggio in Terra Santa” , fa percorrere le strade più insolite e profonde della terra che ha visto la nascita del Cristianesimo, apportando idee, spunti, suggestioni da confermare sul territorio.
Di pregiudizi intorno alla Terra Santa ce ne sono tanti. Partendo da questi Bernardelli, esperto di Medio Oriente, si propone un intento semplice: rispondere a dieci luoghi comuni sui luoghi santi dove ha camminato Gesù che scoraggiano i pellegrini e che invece non hanno nulla a che fare con la realtà che si incontra davvero in Israele e in Palestina. Bernardelli ha lavorato per dieci anni alle pagine di informazione religiosa di Avvenire, quotidiano con cui tuttora collabora accanto al portale internazionale Vatican Insider e a Radio Vaticana. Porta nel cuore Gerusalemme, che racconta nel blog La porta di Jaffa sulla testata Terrasanta.net.

VENERDÌ 12 LUGLIO – STORIE DI PARADISO

Venerdì 12 luglio il Diario conclude la settimana con il teologo don Antonio Agnelli, appassionato studioso di don Primo Mazzolari, ricordato nel volume “Vita fuoco passione divina. Istanze profetiche in Primo Mazzolari” per Tau Editrice. Il libro intende rendere omaggio alla figura di questo straordinario sacerdote parroco, scrittore e uomo toccato nell’intimo dallo Spirito, in occasione del sessantesimo anniversario della sua morte avvenuta il 12 aprile 1959. La visita di Papa Francesco alla sua tomba il 20 giugno 2017 è stato il gesto che ha confermato la caratura profetica della “tromba dello Spirito Santo in terra mantovana” come lo definì un altro papa, San Giovanni XXIII. La straordinaria capacità di sintesi tra parola di Dio e vita e tra Vangelo e storia, sono state le linee portanti del suo essere stato pastore di anime e profeta di pace e fraternità, rendendo credibile la “rivoluzione cristiana”.
Don Antonio Agnelli ha ottenuto il dottorato in Teologia Dogmatica presso la Facoltà Teologica dell’Italia Centrale a Firenze. Ha insegnato introduzione alla Teologia presso l’Università Cattolica, sede di Cremona. E’ accompagnatore Acli.