Michele Sciancalepore

Sisma, le parole della speranza

Fatti non parole. Giusto. Ricostruiamo le case. Ricreiamo le cose. Questo è l’assunto più immediato e più apprezzato dopo una distruzione, dopo il crollo di quello che ci sembrava inalienabile, dopo che si sono sbriciolate le nostre certezze, le nostre case, le nostre cose dopo il terremoto. Non tutto però si può ricostruire, ci sono […]

Antonella Ferrari, sul palco una donna più forte di tutto

«Giudicatemi non come attrice disabile ma come attrice tout court». Questa l’esplicita richiesta di Antonella Ferrari da due anni in tournée con Più forte del destino – tra camici e paillette la mia lotta alla sclerosi multipla, adattamento teatrale del suo successo editoriale omonimo. Dopo averla vista recitare sul palco per ottanta minuti, dopo averla […]

Sipari aperti sul femminicidio

I numeri sono impressionanti. Elencarli rischia di diventare uno sfoggio che acquieta la coscienza specie in vista dell’appuntamento celebrativo che relega nello spazio-tempo della commemorazione di un giorno (vedi l’imminente ricorrenza del 25 novembre) un dramma che invece, purtroppo, non conosce limiti temporali ed è trasversale e transnazionale. Al contempo, però, obliare e omettere quei […]

La vicenda oscura di Schwazer finisce sul palcoscenico

Quattro aghi infilati, due nelle braccia e due nelle gambe. Altrettanti rivoli di sangue scendono lungo le membra. Lo sguardo sereno, disteso, illuminato. Un’immagine che rimanda inevitabilmente all’icona di san Sebastiano trafitto dalle frecce. Ma l’evocazione cercata e un po’ forzata finisce qui. Se il martire cristiano si immolava e si lasciava trafiggere per difendere […]

Popolizio e il furore dei “Ragazzi di vita” di Pasolini

È stata un’impresa ardita portare sulla scena Ragazzi di vita, il primo romanzo pasoliniano del 1955, una serie di racconti che avevano come unico fil rouge «l’urlo e il furore», per citare William Faulkner e ancor prima Macbeth, di una folata di adolescenti delle borgate romane che, come falene impazzite, si lanciavano istintivamente con vitalità […]

Ovadia canta Delfi per riaprirci gli occhi

Con un’aura ieratica entra Moni Ovadia. Nulla a che vedere con le ariose movenze del cantore yiddish, né con i febbrili gesti del fervido e inesauribile narratore di aneddotica chassidica, o con la vivida eccitazione dell’affabulatore in grado di affascinarti saltando da svelamenti cabalistici a illuminazioni etimologiche sulla Torah, da barzellette intrise di pragmatico umorismo […]

Bentivoglio insegnante in trincea per Stefano Massini

“La verità è che alla fine io perdo”. Buio. Così si chiude L’ora di ricevimento, con l’amara ammissione di una sconfitta, con l’oscurità che cala e pervade l’animo del “professor Ardeche”, il personaggio principale dell’ultimo lavoro di Stefano Massini, con protagonista Fabrizio Bentivoglio e Michele Placido alla regia, che ha visto la luce al Teatro […]