7 febbraio 1979: Spazio1999 incolla gli italiani al piccoli schermo

Una serie televisiva d’altri tempi, ma sempre affascinante perché ricca di effetti speciali e di cura dei dettagli. Una sceneggiatura che richiama “2001. Odissea nello spazio”. L’edizione italiana fu anticipata di un anno da un’omonima trasposizione cinematografica, che montava gli episodi Separazione, Gli occhi di Tritone e Un altro tempo un altro luogo. Le musiche jazz erano di Ennio Morricone. Alla regia Lee Hatzin. Tutto questo è stato “Spazio 1999”, una telefilm (allora si chiamavano così) che per due stagioni infiammò gli it divenne familiare ai giovanissimi attraverso immagini sulle copertine di quaderni scolastici e l’edizione di libri illustrati. La seconda stagione fu trasmessa su RaiUno in fascia preserale a partire dalla primavera 1979 con una sigla finale musicata dal duo Oliver Onions

Il telefilm resterà nella storia della cinematografia di fantascienza per le inconfondibili navette spaziali con cui gli astronauti terrestri avevano abbandonato la terra.