Ettore Scola racconta il suo cinema

L’intervista confidenziale di questa settimana vede protagonista Ettore Scola uno dei registi che han fatto grande il cinema italiano nel mondo. Reticente ad ogni genere di intervista, Ettore Scola si è reso disponibile ai microfoni di TV2000 per raccontare il suo cinema da la terrazza a una giornata particolare, sino a Brutti sporchi e cattivi in occasione del docufilm, alla Festa di Roma, “Ridendo e scherzando” in cui Pif intervista Scola. E a Fabio Falzone Scola rivela “Ieri ci si incontrava di più: io sapevo cosa facevano Fellini e De Sica prima ancora di girare un film, sui progetti ci consultavamo, c’era amicizia” “oggi difficile pensare che Sorrentino e Garrone sappiano qualcosa l’uno dell’altro”. E ancora: “vedo un’Italia di persone disoneste, arricchite grazie alla disonestà e felici di esserlo: io non sono mai stato così”