Beata Maria Vergine di Guadalupe, 12 dicembre

La devozione per la Beata Vergine Maria di Guadalupe è un segno profetico che ci ricorda la capacità del Vangelo di parlare a tutte le culture e di essere “mantello” per i poveri di tutto il mondo.
Nei giorni tra il 9 e il 12 dicembre 1531 la Madre di Dio apparve a un indio messicano: Juan Diego Cuauhtlatoatzin, che è santo dal 2002. La Madonna chiese all’uomo di convincere il vescovo a costruire una basilica dedicata a lei nel luogo delle apparizioni. Un compito non fu facile che richiese un segno miracoloso: l’immagine della Vergine apparve sul mantello del contadino.
Da quel momento sul colle Tepeyac vicino a Città del Messico il santuario mariano di Guadalupe è diventato un vero “faro” a difesa dei poveri e degli emarginati di quella terra “nuova”. Oggi sono circa 20 milioni i pellegrini che ogni anno fanno tappa qui. 
 
MARTIROLOGIO ROMANO. Beata Maria Vergine di Guadalupe in Messico, il cui materno aiuto il popolo dei fedeli implora umilmente numeroso sul colle Tepeyac vicino a Città del Messico, dove ella apparve, salutandola con fiducia come stella dell’evangelizzazione dei popoli e sostegno degli indigeni e dei poveri.