Retroscena: Michele La Ginestra con lo spettacolo ‘È cosa buona e giusta’

Martedì 29 maggio seconda serata

Michele La Ginestra protagonista di Retroscena, il programma settimanale sul teatro di Michele Sciancalepore, su Tv2000. Nell’esilarante faccia a faccia con Michele Sciancalepore il popolare attore romano svela i segreti del suo teatro, del suo animo ma anche del suo ultimo spettacolo “È cosa buona e giusta” andato in scena al Teatro Sistina di Roma.
«Volevo raccontare un confronto generazionale tra un cinquantenne e i ragazzi di oggi» confessa La Ginestra la cui simpatia, schiettezza, bontà d’animo ed ecletticità rendono questo suo ultimo spettacolo a tratti esilarante e sempre pervaso di condivisioni autentiche. Attingendo, infatti, al suo prezioso scrigno di ricordi La Ginestra crea una fluida ed efficace rete di svelamenti che suscitano languidi “amarcord” nei cinquantenni e sinceri stupori nei teenagers.
A seguire una particolare forma teatrale ancora poco conosciuta in Italia: il “teatro immersivo”. Costruire un “dentro” e un “fuori”, uno spazio ritagliato per la rappresentazione, è sempre stata una prerogativa del teatro. Ma cosa succede quando questo confine si assottiglia? È il caso di “Augenblick, l’istante del possibile” spettacolo tratto dal romanzo incompiuto di René Daumal “Il monte analogo”: storia di un gruppo di “alpinisti dello spirito” alle prese con una scalata a un monte simbolico che unisce Terra e Cielo.
Nel corso dell’intervista il regista Riccardo Brunetti racconta i segreti di un teatro concentrato artisticamente sull’esperienza dello spettatore, cui affida autonomia e responsabilità nel seguire la direttrice narrativa che più preferisce. Una sperimentazione complessa come la realtà stessa che il “teatro immersivo” ha l’ambizione di riprodurre in molti suoi aspetti, sollecitando tutti i sensi e il coinvolgimento attivo degli spettatori.
In conclusione, come sempre, la “sand artist” Gabriella Compagnone con la sua emozionante creazione artistica sulla sabbia, e l’imperdibile appuntamento con la rubrica “CheTeatroFa”, la mappa degli appuntamenti e delle “temperature” teatrali più significative della nostra penisola in stile meteo.