Don Diana, don Patriciello: “Nunzio De Falco si penta e confessi veramente di essere stato il mandante” 

Intervista al Tg2000

Il parroco di Caivano parla a Tv2000: “Notizia domiciliari è sconcertante ma accogliamo scelta della magistratura”

Roma, 31 luglio 2021. “A Nunzio De Falco facciamo una richiesta che già facciamo dal ’94: per favore pentiti, confessa per davvero, di essere stato il mandante di questo omicidio e chiedi perdono a Dio e al popolo per il tanto male che hai fatto”. Lo ha detto don Maurizio Patriciello, parroco di Caivano, in un’intervista al Tg2000, il telegiornale di Tv2000. 

“Il mandante dell’omicidio di don Peppino Diana – ha proseguito don Patriciello – è stato scarcerato in questi giorni. Gli sono stati concessi le carceri domiciliari, perché gravemente ammalato. Orma ha 71 anni. Questa notizia ci ha sconcertati ci ha trovati impreparati”.

“Le reazioni del nostro popolo e anche del fratello e della sorella di don Peppino Diana – ha proseguito don Patriciello – sono state le più diverse e anche comprensibilissime. Noi siamo accanto a Emilio e Marisa, veramente li abbracciamo, e però dobbiamo anche dire che se la magistratura ha ritenuto di fare questa scelta, noi accogliamo questa scelta”.