Intervista a Muhammad Yunus

A dieci anni dall’inizio di una crisi che non è mai davvero finita è arrivato il momento di ammettere che gli ingranaggi del capitalismo sono difettosi. L’economia non si è certo fermata ma alla sua crescita corrisponde una concentrazione sempre più pronunciata della ricchezza nelle mani di pochi. Tuttavia un nuovo modello economico esiste già e costituisce la risposta all’economia dell’interesse personale e della diseguaglianza. Lo dice Muhammad Yunus nel suo ultimo libro, edito in Italia da Feltrinelli, Un mondo a tre zeri. Come eliminare definitivamente povertà, disoccupazione e inquinamento e intervistato da Benedetta Economia! sul progetto del microcredito ideato per Grameen Bank e rivolto alle donne bengalesi.
di Giorgio Brancia