Torna il concorso “I feel Cud”. C’è tempo fino al 30 maggio per partecipare

Torna il concorso “I feel Cud”. C’è tempo fino al 30 maggio per partecipare
Un doposcuola o un centro per l’impiego, un laboratorio per i vestiti usati o un punto di ascolto: sono innumerevoli i modi in cui anche i giovani possono lasciare il segno nelle proprie comunità. È per premiare questa creatività nel sociale, anche delle nuove generazioni, che torna per la quinta volta il concorso «I feel Cud», promosso per il quinto anno dal Servizio Cei per la promozione del sostegno economico alla Chiesa cattolica. Leggi la storia di questa settimana Oppido-Palmi

Nasce il dopo-scuola multimediale.

I giovani e giovanissimi dell’Azione Cattolica «S.Giovanni Bosco» della parrocchia «Maria Ss. del Soccorso» nella
diocesi di Oppido Mamertina-Palmi, hanno da poco inaugurato il centro multimediale di integrazione post-scolastica realizzando così il proprio sogno: rendere felici i ragazzi a cui ogni giorno offrono il loro servizio
gratuito di dopo-scuola con i migliori strumenti digitali. Un progetto reso possibile dal contributo vinto per il concorso «I feel Cud» del Servizio Cei per la promozione del sostegno economico alla Chiesa cattolica. Quando i genitori non
hanno tempo e risorse per aiutare e controllare il processo di studi dei figli la dispersione scolastica aumenta e viene a mancare la formazione adeguata per affrontare la vita e un futuro lavoro. I giovani hanno dunque pensato di impegnarsi nella
costruzione di un laboratorio didattico all’avanguardia per prendersi cura delle diverse situazioni di disagio di tipo intellettivo-culturale-familiare, stimolare l’apprendimento e la promozione delle competenze individuali e collettive e soprattutto creare un ambiente educativo generatore di relazioni genuine.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0