Tv2000, padre Lombardi: “Papa non sta lavorando a nuovo documento. Si riposa e prepara per prossimi impegni”

Roma, 17 luglio 2015 – “Non mi risulta che il Papa stia lavorando a un nuovo documento”. Lo ha detto il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi, a “Il Diario di Papa Francesco” su Tv2000, sottolineando che Francesco si sta preparando per il prossimo viaggio a Cuba e Stati Uniti .“Il Papa – ha aggiunto padre Lombardi – ha dei grossi discorsi molto impegnativi da preparare come quello all’Onu, al Congresso americano e alla Giornata mondiale delle famiglie. Anche se non sono dei documenti ampi e sviluppati sono delle occasioni di impegno tale che richiedono una preparazione piuttosto consistente”.
“Il Papa – ha aggiunto il portavoce vaticano – sta passando il mese di luglio come era previsto, senza udienze, non c’è neanche la messa a Santa Marta la mattina con i gruppi di fedeli. Naturalmente dice la messa perché è un bravo sacerdote ma non ha questa frequenza abituale di 40-50 persone che seguono la messa a Santa Marta”. Francesco, ha spiegato padre Lombardi, “celebra la messa sempre a Santa Marta ma non è legato all’orario e alla presenza dei gruppi. Questo dà anche un clima di maggiore riposo e libertà che è quello di cui ha bisogno per vivere veramente un poco di sollievo. Il Pontefice non vuole cambiare il luogo perché vuole rimanere a Santa Marta ma cambia decisamente il ritmo di vita e impegni. Questa è già una specie di vacanza. Il Papa continua ad avere i suoi rapporti personali e leggere la corrispondenza. Ha inoltre delle attività di lavoro personali in previsione d’impegni futuri. Sappiamo che ci sono degli impegni importanti per l’autunno e dunque il Papa legge, studia e si prepara. Ci sono i discorsi per il viaggio a Cuba e negli Stati Uniti, il Sinodo, e altri impegni che lo attendono. Negli anni passati il Papa aveva dedicato i mesi estivi all’Evangelii Gaudium, nell’anno seguente aveva lavorato alla Laudato Si. Usa questo tempo con maggiore libertà e tranquillità e riposo”.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0