Tv2000, il 5° Convegno di Firenze in diretta e in prima serata

Tutti gli speciali

popup-firenzeIl 5° Convegno ecclesiale nazionale di Firenze in diretta e in prima serata su Tv2000. L’emittente della Conferenza episcopale italiana dedica una programmazione speciale all’evento dei vescovi italiani dal titolo ‘In Gesù Cristo il nuovo umanesimo’ organizzato nel capoluogo toscano dal 9 al 13 novembre 2015.

I programmi

SiamoNoi
Un momento del programma “Siamo Noi” condotto da Gabriella Facondo e Massimiliano Niccoli

Dalla mattina con ‘Bel tempo si spera’ (attraverso il racconto di storie) fino alla prima serata, che vedrà alternarsi talk e reportage, la programmazione di tutta la settimana sarà caratterizzata da una costante attenzione all’umanesimo cristiano. Quattro le prime serate speciali. Due a cura del programma ‘Siamo Noi’, condotto da Gabriella Facondo e Massimiliano Niccoli. Due ore di diretta con ospiti in studio, filmati, servizi e collegamenti con gli inviati Vito D’Ettorre e Caterina Dall’Olio. Gli speciali andranno in onda il 6 e 13 novembre dalle ore 21 e portano la firma di Dario Quarta e la regia di Giuseppe Bartolomei.

Galantino
Mons. Nunzio Galantino, Segretario generale della Cei

Le due puntate speciali saranno l’occasione per raccontare le storie e le sfide di una Chiesa che vuole abitare i luoghi del presente e incontrare le donne e gli uomini dei nostri giorni. Ospiti della puntata di venerdì 6 novembre, alle ore 21, monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, e il giornalista Gianni Riotta: si confronteranno sulle testimonianze di una Chiesa che, davanti alla crisi economica e culturale di questi anni, ha provato a costruire strade di futuro insieme a chi è scivolato nella povertà, a chi cerca un lavoro, a chi vive l’esclusione sociale della disabilità, a chi ha conosciuto il dolore di un fallimento familiare. Delle esperienze, spesso innovative, delle parrocchie e delle associazioni cattoliche si parlerà nel corso della puntata anche con Chiara Giaccardi, sociologa e docente dell’Università Cattolica di Milano; Don Fabio Corazzina, parroco di Santa Maria in Silva a Brescia; Don Saulo Scarabattoli, cappellano del Carcere di Perugia. Un viaggio nella creatività e nell’impegno di chi prova, ogni giorno, a tradurre in concretezza quell’umanesimo nuovo, testimoniato da Gesù Cristo, sul quale la Chiesa italiana si confronterà nei prossimi giorni a Firenze.

Alessandro Sortino
Alessandro Sortino abbraccia un’ospite durante il programma “Beati Voi”

Il terzo speciale, in onda il 9 novembre alle ore 21, è realizzato da ‘Beati Voi’ e condotto da Alessandro Sortino. Cosa vuol dire uscire? come si fa ? è una domanda che il programma intende estendere a tutti, non solo alle istituzioni. Agli ospiti, religiosi, laici che si alterneranno sul palco verrà chiesto di proporre la loro ricetta per uscire dagli schemi, dai recinti ideologici, dalle formule preconfezionate. Per raccontare chi è già ‘fuori’ e chi sta cercando una strada. Per capire come ognuno di noi, credente o no, può aprire la porta per uscire e andare incontro agli altri. Affiancheranno Alessandro Sortino, l’attore Giovanni Scifoni (protagonista di Squadra Antimafia su Canale5) e la cantante Pilar.

Beati Voi
Beati Voi

“La vita di ciascuno, e anche la mia, – dichiara Alessandro Sortino – è una lotta per uscire dal proprio personaggio. Tutti si aspettano che sia il personaggio, non la persona, ad agire, a parlare e a pensare. Anche i cattolici, a prescindere dalla loro estrazione, ogni tanto finiscono intrappolati in un personaggio, per volontà propria o degli altri. E quando è così, avviene che ci si muova su un palco interpretando un ruolo, incapaci di incontrare davvero gli altri. Noi nella nostra trasmissione proveremo a raccontare cosa succede quando una persona esce dal personaggio, e incontra gli altri nella propria verità. Anche questa è una beatitudine. Lo speciale infatti si chiama: ‘Beato chi esce’”.

Infine il quarto speciale sarà un film documentario di Andrea Salvadore ‘In un altro mondo’ (11 e 12 novembre alle ore 21), che racconterà il viaggio di scoperta di ciò che la Chiesa italiana fa nel mondo da parte di 4 giovani ragazzi italiani inviati dalla Cei in Etiopia, Kenya, Filippine e India.

In questa vera e propria maratona televisiva di Tv2000 sono previsti anche altri film documentario che andranno in onda nel Day time: ‘Senza nulla, verso Cristo’ di Gabriele Camelo (6 novembre alle ore 16:30) racconterà il viaggio in pullman da Roma a Torino, in occasione della ostensione della Sindone di un gruppo di senza casa; ‘Uomini in cerca di Dio’ di Andrea Salvadore (dal 10 al 13 novembre alle ore 19:35) racconterà esperienze di vita cristiana in Italia; ‘Io ci sto’ di Rosario Sardella (13 novembre ore 16.40), racconterà una settimana nel campo di volontariato promosso dai padri scalabriniani nella Puglia del caporalato e della raccolta del pomodoro. Decine di giovani provenienti da tutta Italia incontrano e aiutano ogni anno decine di giovani nigeriani, senegalesi, marocchini e rumeni costretti a lavorare per ore, nei campi sotto il sole, accontentandosi di pochi euro al giorno.

Il Diario di Papa Francesco e le edizioni del Tg2000 delle 12 e delle 18.30

diario
Un momento del programma “Il Diario di Papa Francesco” condotto da Gennaro Ferrara

L’approfondimento e le dirette degli eventi (la cerimonia d’apertura, l’incontro e il discorso di Papa Francesco e l’intervento conclusivo del presidente della Cei, il card. Angelo Bagnasco) sono a cura della redazione giornalistica con il contributo di tre inviati. Anche le due edizioni del telegiornale, alle 12.00 e alle 18.30, dedicheranno ampio spazio al Convegno con collegamenti e servizi.

Martedì 10 novembre per la visita del Pontefice a Prato e Firenze è inoltre dedicata una maratona speciale del ‘Diario di Papa Francesco’ condotto da Gennaro Ferrara con Marco Burini e tanti ospiti in studio.

 

 

Gli Speciali di Soul su Firenze 2015

soulAll’interno della programmazione si inserisce anche il programma ‘Soul’ condotto da Monica Mondo con lo ‘Speciale convegno ecclesiale Nuovo Umanesimo’.

Monica-Mondo, conduce-Soul
Monica-Mondo, conduce-Soul

Le puntate andranno in onda il 7 e 8 novembre, 14 e 15 novembre con i seguenti ospiti: Dario Edoardo Viganò, Prefetto della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede e Direttore del Centro Televisivo Vaticano – CTV; Marcelo Sorondo Sanchez, vescovo argentino, Cancelliere Pontificia Accademia delle Scienze; Franco Nembrini, professore, autore per Tv2000 del prossimo ciclo di letture dantesche ‘Nel mezzo del cammin’; Giacomo Poretti, comico, attore, regista, scrittore, collaboratore per la diocesi di Milano; Antonio Paolucci, direttore dei Musei Vaticani.

Un ciclo di film e documentari sul “Nuovo Umanesimo”

pietro-pappagalloLa settimana che precede l’inizio dei lavori del Convegno Tv2000 inaugura, infine, lunedì 2 novembre un ciclo di film e documentari sul “Nuovo Umanesimo”, tema al centro della riflessione proposta per la quinta edizione della manifestazione. Per due settimane, lo spazio di prima serata è dedicato a pellicole che raccontano storie di uomini “nuovi”, capaci di stupire per la loro umanità. Ad aprire il ciclo, lunedì 2, è “L’uomo della carità, don Luigi Di Liegro”, di Alessandro Di Robilant con Giulio Scarpati nelle vesti del prete fondatore della Caritas italiana. Seguono: martedì 3 novembre “La buona battaglia, don Pietro Pappagallo”, di Gianfranco Albano con Flavio Insinna interprete del sacerdote ucciso dai nazisti alle fosse Ardeatine; mercoledì 4 novembre “Joyeux Noel, una verità dimenticata dalla storia”, di Christian Carion, racconto della tregua raggiunta tra soldati tedeschi, francesi e inglesi per il Natale del 1914; giovedì 5 novembre “Un uomo per tutte le stagioni”, di Fred Zinnemann, pellicola su san Tommaso Moro vincitrice di sei Premi Oscar, tra cui quelli per il miglior film e il miglior regista; sabato 7 novembre “Lustiger, il cardinale ebreo”, di Ilan Choen, storia di Jean-Marie Lustiger, figlio di polacchi ebrei che ha mantenuto la sua identità culturale integra anche quando si è convertito al cattolicesimo e, successivamente, quando ha preso i voti.