E’ un intellettuale e un cristiano sanguigno, verace fiorentino, che il mondo ci invidia, medievista, studioso dell’Islam in tempi in cui non se ne occupava nessuno, contagiato con la solita irruenza e passione da  papa Francesco, a cui dedica il suo ultimo libro Il mio nome è Francesco, appena pubblicato da Mondadori. Dal santo di Assisi a Bergoglio, scorrendo le pagine limpide e oscure della storia del papato e della Chiesa, sempre “avanti”, oggi come allora.

27 Novembre 2015

  •  
     
  • Montecitorio Selfie