Il Card. Angelo Bagnasco su unioni civili, famiglia, lavoro e gioco d’azzardo

Relazione all'Assemblea generale della Cei

BagnascoDa un’Europa più attenta agli ultimi alle persecuzioni contro i cristiani; dalla vicinanza accogliente alle famiglie ferite alle sofferenze e alle incongruenze del nostro Paese affaticato: il Magistero diffuso di Papa Francesco è “continuo stimolo alla conversione della vita personale e pastorale”. Così il card. Angelo Bagnasco, Presidente della CEI, ha aperto la seconda giornata di lavori della 69ª Assemblea Generale dei vescovi italiani, in corso a Roma dal 16 al 19 maggio.
Il Presidente della Cei critica la legge sulle unioni civili: sancisce una “equiparazione al matrimonio e alla famiglia” e punta al “colpo finale”. Forte preoccupazione per la famiglia, il lavoro e l’azzardo: siamo tra i peggiori in Europa. Un invito ad un esame di coscienza sul fronte dell’accoglienza dei migranti.

Vai nel sito della Cei per leggere la relazione integrale del card. Angelo Bagnasco

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0