Sapete in quanti modi si prega sotto il Cielo di Roma? Che la comunità cristiana congolese lo fa danzando e cantando al ritmo di batteria e chitarra elettrica e quella etiope roteando e volando insieme ai grandi tamburi a tracolla? Come cantano gli officianti della messa ucraina nella loro chiesa risplendente d’oro? Come si svolgono le celebrazioni delle cinquanta comunità di migranti, con quali gesti e parole, colori e profumi? Con quale pane e con quale vino? Ogni rito risuona di timbri propri, ha gestualità distinte e peculiari somatizzazioni della parola di Dio. Una ricerca che vuole gettare luce sulla spriritualità delle comunità migranti, sulla Grande Bellezza che abbiamo sotto casa e conosciamo così poco. “Tutte le messe del mondo sotto il cielo di Roma” è una produzione Happy Valley a cura di Patrizia Giancotti, ricerca di Francesca Muller, regia di Francesco De Melis, montaggio di Fabrizio Barraco, con la collaborazione delle comunità congolese, ucraina, armena, etiope, greca.

9 Dicembre 2016

  •  
     
  • Montecitorio Selfie