24 maggio 2020 – Maestri, cioè testimoni

Che cos’è un maestro? Che cos’è che “fa” un maestro? Una lezione dedicata alla scuola ma soprattutto al valore dell’insegnamento quella di questa settimana a Buongiorno Professore su TV2000. Con l’aiuto di un racconto dello scrittore Isaac Asimov – “Chissà come si divertivano” – il prof. Giovanni Ricciardi aiuta i suoi studenti del Liceo Classico Pilo Albertelli a riflettere sulla ricchezza che la scuola rappresenta nelle loro vite. Le parole di questo racconto di fantascienza sembrano brutalmente attuali, in un momento in cui la scuola è mediata da computer e videoconferenze, ma rimane comunque importante il rapporto che fa dire al prof. Ricciardi “Ogni lezione è e deve essere unica e diversa, perché non sono solo gli studenti a crescere nella relazione tra maestro e discepolo, fra professore e alunno, ma sono anche i professori perché anche i professori crescono guardando in faccia le persone che hanno davanti.” Partendo dal racconto personale di ogni ragazzo, ma anche del prof. Ricciardi stesso, scopriamo che “maestro” è qualcosa di più e che le parole, gli scritti sono solo un momento di un rapporto che forma una vita. Tanti diversi maestri, fino ad arrivare al Maestro per eccellenza, Cristo , che ha comunicato quella verità di sé che rende grandi.