Cary Grant, a 30 anni dalla sua morte
I nostri approfondimenti

cary-grant_the-epitome-of-grace_hd_768x432-16x9Il 29 novembre del 1986 moriva Cary Grant, il divo hollywoodiano per cui persero la testa in molte e che confessò una sola, travolgente passione, mai ricambiata per Sophia Loren. Amico delle dive, da Katharine Hepburn a Grace Kelly, impareggiabile interprete della commedia sofisticata, quattro volte protagonista per Alfred Hitchcock, Cary Grant figura ancora oggi nel pantheon dei più grandi anche se ebbe un solo Oscar, alla carriera, nel 1970. Con funerali privati e ceneri sparse al vento si concluse la leggenda di Cary Grant, il più grande dandy della Mecca del cinema, e la vita di Archibald Alexander Leach, nato a Bristol il 18 gennaio 1904. Non è un caso che il suo percorso artistico e personale vada sotto il segno del vero nome e di quello d’arte che gli fu imposto alla Paramount nel 1932, al suo esordio in “This is the Night”: dietro il sorriso complice, sotto i vestiti d’impeccabile taglio, oltre lo sguardo apparentemente svagato e sornione.

La sua scomparsa fu davvero tragica. Nel 1986 aveva 82 anni eppure era ancora attivissimo in scena. Mentre si trovava a Davenport per un tour teatrale, fu colto da malore. In un primo momento non volle ricoverarsi, pensando che non si trattasse di nulla di grave, ed evitando così di attirare l’attenzione dei media. Tuttavia, dopo qualche ora e su insistenza della moglie Barbara Harris, fu portato d’urgenza in ospedale. Morì la sera stessa a causa di un’emorragia interna. Rispettando le sue volontà, non fu tenuto nessun funerale pubblico e il suo corpo fu cremato.

 

Premio Oscar

1942 – Nomination al miglior attore protagonista per Ho sognato un angelo

1945 – Nomination al miglior attore protagonista per Il ribelle

1970 – Oscar alla carriera

Golden Globe

1959 – Nomination miglior attore in un film commedia o musicale per Indiscreto

1960 – Nomination miglior attore in un film commedia o musicale per Operazione sottoveste

1961 – Nomination miglior attore in un film commedia o musicale per L’erba del vicino è sempre più verde

1963 – Nomination miglior attore in un film commedia o musicale per Il visone sulla pelle

1964 – Nomination miglior attore in un film commedia o musicale per Sciarada

 

Belli in pericolo: da Gerard Butler a Cary Grant, da Sean Connery a Steve McQueen