Marcello Fonte e Mimmo Calopresti raccontano “Aspromonte – La terra degli ultimi”

La fiaba poetica diretta da Calopresti è ambientata negli anni ‘50 ad Africo, un paesino della Calabria che diventa simbolo dei mali di ogni Sud del mondo, ieri come oggi. Al centro del film una piccola ma solidale comunità che deve fronteggiare l’abbandono dello Stato, l’immobilismo delle istituzioni e le vessazioni dei poteri forti. Marcello Fonte veste i panni di Ciccio, considerato il “poeta” della comunità per la sua anima contemplativa e al tempo stesso naïf. Nello studio di Effetto Notte Fonte racconta i momenti centrali del suo percorso di attore e l’emozione del premio per la miglior interpretazione al Festival di Cannes 2018 per ‘Dogman’, diretto da Matteo Garrone.