Una nuova settimana con Il Diario di Papa Francesco, dal 24 al 28 luglio 2017

LUNEDI’ 24 LUGLIO

Padre Ugo Pozzoli, Missionario della Consolata. Torinese, missionario, ha vissuto per alcuni anni sulle Ande, in Colombia. Già Direttore della rivista “Missionari Consolata”, dal 2011 al giugno  2017 è stato Consigliere Generale dell’Istituto, incaricato di accompagnare la missione e i missionari nei continenti Europa e Asia.

 

MARTEDI’ 25 LUGLIO

Prof. Aldo Morrone, Istituto San Gallicano – Roma. Classe 1954, medico dermatologo, direttore della Struttura Complessa di Medicina Preventiva delle Migrazioni, del Turismo e di Dermatologia Tropicale dell’Istituto San Gallicano di Roma. Viene considerato uno dei maggiori esperti mondiali di medicina delle migrazioni, delle patologie tropicali e della povertà. A partire dal 1985 si occupa della tutela e promozione della salute delle popolazioni immigrate e a maggior rischio di esclusione sociale presenti in Italia. Da molti anni è impegnato con la sua équipe multidisciplinare in diversi progetti di cooperazione in campo clinico-scientifico, educativo e sociale in Africa, nel Sud-Est asiatico e in America Latina. È docente in numerose università italiane e straniere e consulente dell’Ufficio dell’OMS di Venezia su Povertà, Salute e Sviluppo. È autore di oltre cinquecento articoli scientifici e di venti libri. Nel 2007 è stato nominato Direttore Generale dell’Istituto Nazionale per la Promozione della Salute delle Popolazioni Migranti e per il contrasto delle Malattie della Povertà.

 

MERCOLEDI’ 26 LUGLIO

Padre Ottavio De Bertolis, Gesuita. Nato a Vittorio Veneto nel 1963 vocazione adulta, gesuita, docente all’Università Gregoriana di Roma. Dopo la maturità classica ha conseguito: laurea in giurisprudenza (Università di Padova, 1989); dottorato di ricerca in Filosofia del Diritto (1992); Baccellierato in Filosofia (1996); laurea in filosofia (LUMSA, Roma, 1998); Baccellierato in Teologia (Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, Napoli, 2001), licenza in Diritto Canonico (2003); Dottorato in Diritto Canonico (2005). Ha tenuto corsi, dal 2004 al 2014, di Filosofia del diritto, Diritto romano, Relazioni tra Stato e Chiesa, Introduzione al diritto civile, Antropologia giuridica, presso la Facoltà di diritto canonico della Pontificia Università Gregoriana. E’ Dottore di ricerca in Filosofia del diritto e Docente di Teologia nella Facoltà di Giurisprudenza della LUMSA di Roma. .

 

GIOVEDI’ 27 LUGLIO

Rosalba Manes, Consacrata Ordo Virginum e Biblista. Rosalba Manes (1977), pugliese, consacrata ordo virginum (da 15 anni) e biblista, ha conseguito la licenza in Sacra Scrittura presso il Pontificio Istituto Biblico e il dottorato in Teologia Biblica presso la Pontificia Università Gregoriana, dove insegna nelle Facoltà di Missiologia e Teologia. È impegnata nella catechesi, in varie forme di apostolato biblico e di pastorale vocazionale.

Per Cittadella ha pubblicato Tra la grazia e la gloria. L’epifania divina nella Lettera a Tito (2010); «Il cielo si aprì». Il Dio misericordioso e tenero di Luca (2015); per San Paolo ha pubblicato Lettera a Tito – Lettera a Filemone. Introduzione, traduzione e commento (2011) e Il ritorno. La sfida della riconciliazione nella parabola del figlio prodigo (2013); per Ancora, Traduzione e commento del Vangelo di Matteo in R. Virgili (a cura di), I Vangeli tradotti e commentati da quattro bibliste (2015) e Nel grembo di Paolo. La chiesa degli affetti nella Lettera a Filemone (2016); per EDB con C. Rocchetta, La tenerezza grembo di Dio amore. Saggio di teologia biblica (2015); per EMP ha pubblicato «E mangerete cose buone». Il cibo nella Bibbia (2015).Ed infine, sempre per Cittadella Editrice all’inizio del 2017 pubblica “Gona e lo scandalo della tenerrezza di Dio” scritto con la sorella dell’Ordo Virginum Marzia Morgante.

 

Vescovo Giovanni Checchinato, Diocesi di San Severo. Nato il 20 agosto del 1957 a Latina, ha compiuto il cammino di formazione al sacerdozio nel Pontificio Collegio Leoniano di Anagni, dove ha conseguito il Baccalaureato in Teologia. Ha proseguito gli studi per la specializzazione in Teologia Morale all’Accademia Alfonsiana a Roma. Si è iscritto come Dottorando presso la Pontificia Università Gregoriana a Roma ed ha frequentato un corso di perfezionamento in Bioetica presso l’Università La Sapienza di Roma.

È stato ordinato sacerdote il 4 luglio 1981, incardinandosi nella diocesi di Latina-Terracina-Sezze-Priverno. Dopo l’ordinazione sacerdotale è stato: Vicario parrocchiale nella parrocchia San Francesco d’Assisi a Cisterna di Latina (1981-1988); Insegnante di Etica professionale alla Scuola di Formazione Regionale per Infermieri e Insegnante di Etica filosofica e di Teologia morale presso l’Istituto di Scienze religiose Paolo VI di Latina e presso il Seminario Regionale di Anagni (1983-1991); Assistente dell’Azione Cattolica Ragazzi (1981-1986); Parroco della parrocchia San Pio X a Latina-Borgo Isonzo (1988-1992); Assistente dell’Azione Cattolica per i settori Adulti e Famiglie (1989-1994); Direttore dell’Ufficio di Pastorale Familiare, Co-Fondatore e Consulente etico del Consultorio diocesano (1989-2005); Arciprete Parroco della parrocchia San Cesareo, Concattedrale di Terracina (1992-2005); Rettore del Pontificio Collegio Leoniano di Anagni (2005-2015).

Dal 2015 al 2016 è stato Parroco della parrocchia dei SS. Pietro e Paolo di Latina, dal 2016 è Parroco della parrocchia Santa Rita di Latina. Attualmente, è anche Membro del Consiglio Presbiterale e Direttore dell’Ufficio diocesano per la Pastorale scolastica e universitaria e per l’Insegnamento della Religione cattolica.

 

VENERDI’ 28 LUGLIO

Il diario dedica una puntata speciale al ricordo del gesuita Paolo Dall’Oglio.

In studio:

Amedeo Ricucci, Giornalista. Nato a Cetraro (Cs), nel 1958, è giornalista in Rai dal 1993, dove ha seguito come inviato speciale i principali conflitti internazionali degli ultimi 20 anni per Professione reporterMixerLa storia siamo noi e infine per il TG1. Attualmente è alla redazione Speciali del TG1. Dopo la laurea in Economia e un master in Relazioni Internazionali ha lavorato per quattro anni nell’Ufficio Stampa dell’UNICEF, per l’Africa Occidentale e Centrale, esperienza che metterà a frutto collaborando con diverse testate italiane,tra cui Il Manifesto, Avvenimenti, L’Espresso e Nigrizia. Ha ricevuto riconoscimenti nazionali e internazionali, tra cui il Premio Italia Alpi (2001), il Premio Giornalisti del Mediterraneo (2012) e il Premio La Matita Rossa e Blu (2013). È stato inoltre selezionato nel 2013 al Prix Bayeux-Calvados per gli inviati di guerra ed è stato più volte finalista al Festival International des produits audiovisuels di Biarritz.

Ha pubblicato La guerra in diretta (Pendragon, 2004).