LA GRANDE RINUNCIA 18/05/2018

Il 19 maggio, papa Francesco annuncerà nel Concistoro Ordinario Pubblico le date di canonizzazione di 6 beati, tra cui quelle di Paolo VI e Card. Oscar Arnulfo Romero Galdámez, due santi contemporanei, maestro e allievo del Concilio Vaticano II.

In concomitanza sono stati pubblicati alcuni importanti documenti inediti di Paolo VI nel libro “La barca di Paolo” (ed. San Paolo) di Leonardo Sapienza, sacerdote rogazionista e Reggente della Casa Pontificia. Tra i carteggi di papa Montini emerge anche l’ipotesi di una sua rinuncia al ministero apostolico “in caso di infermità” o di “altro grave e prolungato impedimento”.

Abbiamo così riascoltato la risposta di Papa Francesco ad un giornalista, nella conferenza stampa durante il volo di ritorno dal viaggio in Terra Santa, sulla possibilità di rassegnare le dimissioni in un futuro molto lontano, e poi le parole di Papa Francesco nell’Omelia

per la beatificazione di Papa Paolo VI in cui definisce Montini “il grande timoniere del Concilio”.

Nell’Omelia di Santa Marta del mattino, Papa Francesco ha riflettuto sulla figura del pastore e sulle tentazioni da cui deve prepararsi e preservare. Sempre in termini di rinuncia, a conclusione degli incontri durati tre giorni in Vaticano, tra papa Francesco e la Conferenza Episcopale Cilena per affrontare lo scandalo pedofilia, tutti i vescovi cileni in maniera comunitaria hanno rassegnato le dimissioni al Papa.

In studio, insieme a Nicola Ferrante, Padre Innocenzo Gargano, monaco camaldolese e Stefania Falasca, vaticanista di Avvenire.