Gaetano, 12 anni all’opera in città: e il brutto diventa arte