MontecitorioSelfie

Rapidità e immediatezza. E perché no, un po’ di sano narcisismo. Il selfie e Montecitorio, nulla di più autocelebrativo. Tuttavia la cronaca, in particolare quella politica, corre su binari velocissimi. Si ingoia tutto e si digerisce tutto, in un breve arco di tempo. L’importante è esserci e vedere. Appunto le immagini, giorno dopo giorno prendono il posto delle parole, per non parlare della scrittura. Non è di certo un bene, ma le cose vanno così. Inutile contrastare il corso della storia. Meglio cavalcarlo. Magari facendosi anche un bel selfie.