Anna Halayko, ucraina che lavora come badante in Italia, racconta l’attesa, il ricongiungimento con la figlia in fuga dalla guerra e l’accoglienza presso una famiglia italiana.

La solidarietà non manca nei momenti più vergognosi della storia. Lo testimonia Fabrizio Fantera, il figlio di Bruno Fantera, riconosciuto “Giusto tra le Nazioni” per aver accolto nella sua casa una famiglia di ebrei, rischiando la propria vita. La casa che li ha ospitati fa parte oggi del progetto “Il Civico Giusto”, che ha l’obiettivo di “segnare e riconoscere” quelle case che, grazie al coraggio degli abitanti, sono state un rifugio per chi veniva perseguitato dai nazifascisti.

Tommaso Deiana è un infermiere del 118 che ha salvato la vita ad una donna in arresto cardiaco, mentre non era in servizio.

9 Marzo 2022