Ottava puntata: “Liberaci dal male”

“È molto educato Satana, bussa alla porta, suona, entra educato, con le seduzioni e compagni e alla fine è questo non lasciare cadere nel male, essere furbi nel buon senso della parola, essere svelti, avere la capacità di discernere le bugie di Satana e con questo io vorrei dire una cosa di cui sono convinto: con Satana non si può dialogare”. Papa Francesco ci indica con determinazione come comportarsi davanti alle seduzioni di Satana. Bisogna oltretutto essere svelti a discernere per non cadere nella tentazione. Nell’ottava puntata di Padre Nostro “liberaci dal male” don Marco Pozza, cappellano del carcere “Due Palazzi” di Padova, conversa con il regista Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif e con Luigi e don Fabio De Luca, detenuto e cappellano del carcere minorile di Nisida in provincia di Napoli. Liberarsi dal male è anche questione di riscatto ed è questo quello che cercano i ragazzi della sartoria sociale “El Revés”, dove imparano a ricucire con ago e filo molti pezzi rotti della loro vita.