San Massimo di Pavia, 8 gennaio

 

L’8 gennaio la Chiesa Cattolica dedica la giornata a San Massimo di Pavia, vescovo e confessore. Per un errore di trascrizione nella lista episcopale dell’antica città di Pavia, risultano due Massimo, ma in realtà è uno solo, ricordato due volte. San Massimo nacque verso la metà del 400 d.C. e morì a Pavia nel 514 d.C. Della sua vita, purtroppo, non si hanno molte notizie, anche a causa del periodo complicato in cui si svolse. In quel periodo storico, la caduta dell’Impero Romano d’Occidente, furono molte le guerre, carestie e i problemi socio-politici. Probabilmente molti scritti e informazioni sono andate perse, bruciate o distrutte durante i saccheggi. Tra le notizie attendibili: fu ambasciatore di Teodorico e partecipò attivamente alla vita politica della Chiesa conducendo vari concili ed assemblee a Roma, per portare la parola di Dio e per discutere innovazioni e diritti della Chiesa.