Quel che passa il convento
13 gennaio 2020

RICETTA DON DOMENICO: BUDINO SUCCO D’ARANCIA E PANE

Ingredienti per 4/6 persone:

250 gr mollica di pane raffermo

4/5 arance (occorre circa 500ml di succo)

100 gr burro

2 albumi

150 gr zucchero

buccia grattugiata di un limone

sale

20 gr di burro per la pirofila

 

Procedimento

La prima operazione è preparare il succo di arancia.

Versiamo il succo ricavato nella mollica di pane, raccolta in una ciotola e lasciamola ammorbidire.

Nel frattempo lavoriamo il burro, ammorbidito a temperatura ambiente, con lo zucchero e la buccia grattugiata del limone, fino ad ottenere un composto spumoso.

A questo composto aggiungiamo la mollica sbriciolata (non strizziamola, deve restare anche il succo).

Montiamo a neve gli albumi, con un pizzico di sale e incorporiamoli, delicatamente al composto.

Imburriamo la pirofila e versiamoci il composto appena preparato.

Poniamo in forno preriscaldato a 180° e lasciamo cuocere il budino per 25-30 minuti, finchè risulterà dorato e gonfio.

Tiriamo fuori il budino di pane e succo di arancia e prima di toglierlo dalla pirofila, lasciamolo leggermente raffreddare, poggiamolo sul piatto di portata e decoriamo a piacere con fettine di arance.

 

  1. BUDINO OLANDESE LIMONE

 

Ingredienti per 4/6 persone:

5 uova

150 gr zucchero di canna

4 limoni

10 gr gelatina in fogli

sale

PER DECORARE:

panna da montare già zuccherata

Procedimento

Facciamo ammorbidire la gelatina in fogli in un recipiente con acqua fredda. Raccogliamo il succo dei limoni in un recipiente, diluiamolo con 100 ml di acqua e lasciamolo da parte.

In una ciotola inseriamo i tuorli d’uovo (gli albumi serviranno dopo) con lo zucchero e lavoriamoli con delle fruste elettriche fino a ottenere un composto ben amalgamato e spumoso.

Versiamo nel composto il succo di limone, un po’ per volta e mescoliamo bene.

Lasciamo cuocere a bagnomaria il composto, mescolando con un cucchiaio di legno, stando attenti a non portarlo ad ebollizione.

Quando la crema avvolgerà il cucchiaio, togliamolo dal fuoco e uniamoci la gelatina, scolata e strizzata, mescoliamo facendola sciogliere completamente.

Lasciamo raffreddare leggermente e nel frattempo montiamo gli albumi a neve con un pizzico di sale.

Aggiungiamolo alla crema e mescoliamo delicatamente con un cucchiaio di legno.

A questo punto versiamo il composto in uno stampo da budino e poniamola in frigorifero per almeno 2 ore.

Al momento di servire, immergiamo per un attimo lo stampo in acqua calda, poi sformiamo il budino sul piatto di portata e decoriamolo a piacere con panna montata a parte.

 

  1. CULLURIELLI

Ingredienti:

1 Litro di acqua

600 g di farina

un pizzico di sale

2 foglie di alloro

olio di oliva

olio di semi di arachidi

zucchero semolato

Procedimento

Mettiamo al fuoco vivace l’acqua con il sale, l’alloro e un cucchiaio di olio d’oliva.

Appena inizieranno a vedersi delle bollicine, mettiamo al minimo il fuoco, eliminare le foglie di alloro e versare a pioggia la farina, dopo averla setacciata.

Mescolare da subito con un cucchiaio di legno.

Appena si l’impasto si staccherà dalla pentola, riversiamolo su di una spianatoia e con le mani bagnate di olio amalgamiamolo. Scotterà un pochino, ma voi non ci pensate!

A questo punto formiamo dei cordoni grossi quanto un dito e lunghi 20 cm, chiudere a cerchio formando una ciambellina o tarallo.

Friggiamo in abbondante olio caldo.

Possiamo anche preparare tutte le ciambelline poi friggerle.

Quando saranno nell’olio rigirarle spesso e toglierle quando saranno leggermente dorate.

Poggiarle su carta assorbente e ancora calde passarle nello zucchero semolato.

Servirle anche fredde, se riescono a diventare fredde!!!!

 

  1. UOVA ALLA MONACHINA

Ingredienti per 5 persone:

5 uova + 2 per il ripieno

1 dose di besciamella

3 cucchiai di parmigiano

pan grattato qb

farina qb

olio di semi di arachidi per friggere

 

Procedimento

Occorre preparare per prima la besciamella che deve raffreddare, avendo l’accortenza di inserire solo 350 ml di latte, perchè serve molto soda.

Una volta pronta metti da parte e passa alle uova.

Le uova vanno rassodate. Quando saranno cotte, sotto l’acqua corrente lascia raffreddare.

Elimina la buccia esterna e taglia l’uovo perfettamente a metà, nel senso della lunghezza.

Delicatamente svuota l’albume rassodato dal tuorlo.

Lascia momentaneamente gli albumi rassodati da parte e con un passino o un passa verdure sbriciola i tuorli.

Aggiungi ai tuorli il parmigiano, un solo tuorlo fresco, avendo cura di non buttare via l’albume.

Aggiungi poi la besciamella e mescola bene, anche con le mani, per meglio amalgamare gli ingredienti.

Con un po’ di questo impasto e con le mani umide, riempi ogni metà dei bianchi d’uovo, formando così un uovo intero. Risulterà metà uovo e metà impasto.

In un piatto versa un po’ di farina; in un altro l’uovo intero e l’albume messo da parte prima e sbattere con una forchetta; in un altro ancora un po’ di pangrattato.

Quindi prima infarina l’uovo poi bagna nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato.

Mi raccomando far aderire bene il pangrattato cercando di ricostruire la forma originale dell’uovo.

Una volta preparate inseriamole in frigo per 4 ore oppure in freezer per un’ora.

Trascorso il tempo di riposo passiamo alla cottura.

Friggi le uova in abbondante olio caldo e non bollente e non per molto tempo, ma il necessario a renderle dorate e rigirandole spesso.

Se dovesse succedere che qualche uova si apre, nessun problema, può accadere, ma se hanno riposato per il periodo necessario non dovrebbe succedere.

Quando le sollevi dall’olio, poggiarle su carta assorbente.

Sono pronte per essere servite calde, ma posso garantirti che sono buone anche fredde.