Maria Giovanna Elmi, una vita per la tv
La “fatina” che ha saputo reinventarsi

Tutti la ricordano come la “fatina” della tv italiana. Oggi a Siamo Noi, dalle 13.50, Maria Giovanna Elmi racconta il suo percorso professionale, le sue gioie e le sue passioni.  Dopo un esordio come signorina buonasera per la RAI, ha avuto successo come conduttrice televisiva per alcune trasmissioni di Rai 1 degli anni settanta e ottanta. All’apice della popolarità ha anche condotto due edizioni del Festival di Sanremo (1977 e 1978), recitato in alcuni film per il cinema e inciso dei dischi di musica per bambini. La sua notorietà si è affievolita negli anni novanta, per poi tornare ad essere un volto popolare della tv di stato nel nuovo millennio per la sua partecipazione all’Isola dei famosi.

Nella puntata di oggi ci sarà spazio anche per dei consigli utili. Tornano infatti i carabinieri che ci spiegheranno le nuove tecniche di borseggio dei malviventi. In studio il capitano Andrea Rapone e il tenente Annamaria Putortì.

Poi vi racconteremo la storia della Serva di Dio, Santa Scorese. Nata a Bari 50 anni fa, Santa Scorese è stata perseguitata e uccisa, nel 1991, da un uomo che non accettava la sua devozione a Dio. In studio a ricordarci la sua vita e il processo di beatificazione in corso, saranno la sorella Rosa Maria ScoreseCarmencita Picaro, Missionaria dell’Immacolata Padre Kolbe.

Alle 15.20 di nuovo in studio per trattare un tema difficile: le donne a capo delle organizzazioni criminali. Sono sempre di più e molto aggressive. Ne parliamo con don Giacomo Panizza, fondatore della comunità Progetto Sud, con il giornalista Paolo Borrometi e con Francesca Incandela, autrice del libro “Donne di mafia, donne contro la mafia”.