Rom, i campi sono un privilegio o una condanna?