Marco Damilano, direttore de L’Espresso

Marco Damilano, direttore de L’Espresso, testata storica, audace nelle inchieste, mai tenera con il mondo cattolico, e ancor di più negli ultimi tempi, nonostante un direttore credente, cresciuto in parrocchia e diventato giornalista sulla rivista dell’Azione Cattolica. Parliamo allora di rapporto tra scoop e verità, di verifica delle notizie, della necessità, a suo dire, di trattare quel che riguarda le gerarchie e l’apparato della Chiesa con i criteri della cronaca e della cronaca giudiziaria, e il bisogno di complessità nel racconto della Chiesa. E poi, quell’incontro fugace, da bambino, con Aldo Moro, politico per bene, di quando la politica era ancora rappresentanza, non solo rappresentazione, quando il protagonismo dei laici cristiani aveva lo slancio che ha permesso di scrivere la Costituzione e formare il paese.