Vincent Nagle ospite di Monica Mondo

Vincent Nagle, missionario della Fraternità San Carlo Borromeo, è cappellano della Fondazione Maddalena Grassi di Milano. Una vita di ventura e avventura la sua: americano, cresciuto in una comune hippy, in una foresta, con tanti fratelli, Vincent vede fin da piccolo gli eccessi di una malintesa idea di libertà: droghe, alcool, promiscuità, dissoluzione dei legami. Ma vede anche lo slancio a una vita autentica, la ricerca confusa di un senso, attraverso la sperimentazione di infinite esperienze religiose, dai rafastariani ai mormoni, dal buddismo alle ritualità new age…a diciott’anni parte da solo per il Marocco e proprio lì decide di dialogare con Dio. Tornato in Usa, sceglie dolorosamente di lasciare la fidanzata ed entra in seminario. Un animo ribelle mal sopporta le regole, e anche ipocrisie nascoste per troppi anni, e venute alla luce con scandalo: spostato da un seminario all’altro, trova nell’adesione a Comunione e Liberazione la risposta corrispondente al desiderio del cuore. Prima in un hospice per malati di Aids, poi in Terra Santa e oggi ancora accanto ai malati. A tutti: DJ Fabo ha avuto con lui uno dei suoi ultimi collloqui.