Gambia, sognando l’Europa – 29 novembre 2018

A quasi 5 mila km dall’Italia c’è un Paese molto piccolo che, però, è ai primi posti della classifica degli arrivi via mare: è il Gambia, la terra di Kunta Kinte nel Settecento e dei nuovi schiavi di oggi. Nazione povera e poco alfabetizzata, reduce da una dittatura di 22 anni e con poche speranze di sviluppo a breve termine. È questo l’argomento di Today, l’approfondimento di Tv2000 dedicato all’attualità internazionale

Da qualche anno, ormai, il Gambia si sta svuotando di giovani: pronti a rischiare la vita pur di arrivare in Europa, intraprendono la cosiddetta backway – la strada alternativa – e, traditi dai loro stessi intermediari, finiscono spesso nei lager della Libia, vittime di ogni sorta di violenze. Un gruppo di loro ha deciso di tornare a casa e di raccontare ai propri connazionali che il viaggio per l’Europa non è un sogno, ma un incubo: un’iniziativa finanziata dal governo tedesco e raccontata dal reportage di Véronique Mauduy, Nicolas Grimard e Bruno Maruani. In studio con Andrea Sarubbi c’è lo scrittore e giornalista c’è Cornelia Toelgyes, vicedirettrice Africa Express

La puntata, aperta dalla copertina di Solen De Luca, si chiude con un’opera d’arte scelta dalla redazione: il progetto Wide Open Walls, una sorta di safari artistico portato avanti dal collettivo Bushdwellers, che ha trasformato alcuni villaggi del Gambia in un museo a cielo aperto con il coinvolgimento delle comunità locali