Coronavirus, il mondo alla prova – 5 marzo 2020

Dalla Cina agli USA, passando per il Giappone e l’Europa, l’Iran e l’Africa, l’epidemia del coronavirus sta avendo enormi ripercussioni anche sul piano politico. È questo l’argomento di Today, l’approfondimento sull’attualità internazionale condotto da Andrea Sarubbi.

In Cina, il Paese in cui il coronavirus ha avuto il primo focolaio, le autorità cercano da settimane di minimizzare la portata dell’epidemia e di assicurare che tutto è sotto controllo: ne va dell’immagine nazionale nel mondo e, all’interno dei confini, della credibilità del Partito comunista nei confronti della popolazione. Ma quello cinese non è l’unico caso in cui il COVID-19 sia entrato prepotentemente nell’agenda politica: basta guardare agli Stati Uniti, in piena campagna elettorale, dove il miliardario Bloomberg – in corsa alle primarie democratiche – ha comprato spazi televisivi per far sentire la propria voce sul tema. L’Europa ha invece dimostrato in questo frangente i suoi difetti, con una mancanza palese di coordinamento dovuta a protocolli diversi e a politiche sanitarie di competenza dei singoli Stati; l’Africa sta cominciando ora a porsi seriamente il problema, aggravato dall’enorme presenza cinese nel continente. Tutti questi temi – e altri ancora, come le Olimpiadi in Giappone e il caso dell’Iran ancora sotto sanzioni internazionali – sono analizzati in studio da Ennio Remondino e Giada Messetti, ospiti di Andrea Sarubbi. Il reportage di Angelique Forget racconta invece il compito improbo di una giornalista indipendente nel cercare di raccontare il virus dalla provincia cinese di Hubei, tra gli ostacoli del governo e la diffidenza della popolazione.

La puntata, aperta dalla copertina di Solen De Luca, è chiusa come sempre con un riferimento all’arte. In questo caso, le diverse opere d’arte – in vari Paesi del mondo – ispirate a questa emergenza.