No slot in bar e tabacchi, il sottosegretario Pier Paolo Baretta: “La decisione è presa, affronteremo le questioni finanziarie”

 ++ Banche: Camera approva decreto, è legge ++Roma, 06 settembre 2016 – “Ci sono stati per mesi dure e comprensibili battaglie contro la ludopatia e il gioco d’azzardo. L’orientamento preso in questo senso va sostenuto. Faremo dei calcoli, vedremo le conseguenze, ma ogni decisone comporta anche delle questioni finanziarie che affronteremo”. Con queste parole Pier Paolo Baretta, sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze, commenta al Tg2000 l’annuncio di un provvedimento per la rimozione delle slot machine da bar e tabacchi anticipato dal premier Matteo Renzi.

Baretta ricorda che l’ultima legge di stabilità ha già previsto una riduzione delle macchinette nell’ordine del 30% e sottolinea che “quello che conta, adesso, è prendere una decisione che vada verso la stabilizzazione, ne stiamo per questo discutendo con gli enti locali da cui aspettiamo un parere nei prossimi giorni”.

“L’ammontare del mancato introito – precisa – non è stato ancora calcolato, non ci sono dati definitivi”.