Siamo noi: bonus riscaldamenti, covid-19, nuovi poveri

9 - 13 novembre or 15.20

LUNEDÌ 9 NOVEMBRE
Per contenere ulteriormente la curva dei contagi, il DPCM entrato in vigore il 6 novembre fino al 3 dicembre, ha diviso l’Italia in tre diverse zone. Sono in “zona rossa” Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta e Calabria. La “zona arancione” comprende le Regioni a criticità medio-alta: Puglia e Sicilia. La “zona gialla” è la fascia a livello di rischio moderato e vi rientrano le seguenti Regioni: Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Provincia di Trento e Provincia di Bolzano, Sardegna, Toscana, Umbria, Veneto. Quando si vedranno gli effetti delle nuove restrizioni? Se ne parla con: Paolo Di Giannantonio, giornalista; Roberto Cauda, infettivologo dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma; Liliana Ocmin, responsabile Emigrazione Immigrazione INAS CISL e Responsabile Nazionale Donne CISL.

MARTEDÌ 10 NOVEMBRE
Il Superbonus è un’agevolazione prevista dal Decreto Rilancio che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici. Tra le novità introdotte, è prevista la possibilità, al posto della fruizione diretta della detrazione, di optare per un contributo anticipato sotto forma di sconto dai fornitori dei beni o servizi o, in alternativa, per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante. Come risparmiare sul riscaldamento? Ospiti: Antonio Galdo, direttore di Non Sprecare; Padre Lucio Zappatore, parroco di San Martino ai Monti; Elena Allegrini, ingegnere del Dipartimento Efficienza Energetica dell’Enea; Laila Perciballi, avvocato e presidente della sezione romana del Movimento dei Consumatori.

MERCOLEDÌ 11 NOVEMBRE
Stragi in famiglia, tragedie per la comunità
Tragedia a Carignano, in provincia di Torino. Nella notte del 9 novembre 2020 un padre di famiglia ha ucciso a colpi di pistola la moglie, il figlio e il cane. Gravemente ferita la seconda figlia. L’uomo, dopo aver compiuto la strage, si è tolto la vita. Il dibattito sulle stragi in famiglia prende spunto da questo caso di cronaca , ospiti: Maria Rita Parsi, psicoterapeuta; Pino Corrias, giornalista; Fra Marco Vianelli, direttore dell’Ufficio Nazionale per la Pastorale della Famiglia.

GIOVEDÌ 12 NOVEMBRE
Sanità oltre il Covid: meno screening e prevenzione
Oltre un milione di esami di screening in meno a causa della pandemia. Sono questi gli effetti del periodo di lockdown causati dal Covid-19 secondo la stima ricostruita dall’Osservatorio Nazionale Screening. Confrontando il numero di esami effettuati tra gennaio e maggio del 2019 con gli stessi condotti nel 2020, gli esperti hanno quantificato un saldo negativo di oltre 1.4 milioni di esami, senza i quali potrebbero essere sfuggite oltre 2.000 diagnosi di tumore al seno, quasi 1.700 alla cervice uterina e poco più di 600 cancri del colon-retto. Questo dato avrà un impatto sulla Sanità pubblica? Siamo Noi, programma pomeridiano di Tv2000 in diretta alle 15:20, ne parla con: Elisa Manacorda, giornalista e direttrice di Galileo.net; Eleonora Selvi, portavoce di Senior Federanziani; Francesco Buono, medico di base; Don Giacomo Panizza, presidente Comunità Progetto Sud.

VENERDÌ 13 NOVEMBRE

“Tendi la tua mano al povero” è il tema della quarta Giornata Mondiale dei Poveri. Il Papa sottolinea l’importanza di superare le barriere dell’indifferenza e dello scarto. Anche in tempo di pandemia il cristiano può tendere la mano aiutando chi soffre. Siamo Noi, programma pomeridiano di Tv2000 in diretta alle 15:20, ne parla con: Don Francesco Soddu, direttore di Caritas Italiana; Marco Lucchini, segretario generale della Fondazione Banco Alimentare; Luciano Squillaci, presidente della Federazione Italiana Comunità terapeutiche; Nelide Piccolomini, volontaria di Vo.Re.Co. In collegamento da Viterbo: Don Alberto Canuzzi, presidente Ceis San Crispino; Martino Rebonati, direttore terapeutico; Ilaria Proietti, direttore della comunità Ceis Viterbo.