Vaccini, Bassetti: “Iniezione non sia esclusiva dei medici. Ok a sanità privata”

Mio medico

L’infettivologo ospite di Tv2000: “Si apra anche ai farmacisti. Iniezioni a casa vengono fatte dalla nonna. Sconcertato da tanta burocrazia”

Roma, 30 marzo 2021. “Ovunque si possa vaccinare, si deve vaccinare. Mi stupisco che in Italia l’iniezione intramuscolare di vari farmaci, tra cui gli antibiotici, viene svolta regolarmente da chiunque mentre il vaccino deve essere svolto esclusivamente da un medico”. Lo ha detto il primario della clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, Matteo Bassetti, a Tv2000 ospite del programma ‘Il mio medico’.
“Se si deve curare un’infezione a casa – ha aggiunto Bassetti – va bene che la nonna faccia l’iniezione e con il vaccino non vale che lo faccia un farmacista? Sono veramente sconcertato da tanta burocrazia e poca praticità da parte dell’Italia. In un momento d’emergenza si reagisce con risposte d’emergenza”.
“Sul fronte della campagna vaccinale – ha sottolineato Bassetti a Tv2000 – dovremmo aprire anche alla sanità privata. Il fine giustifica i mezzi. Dobbiamo arrivare il prima possibile all’immunità di gregge e ci dobbiamo arrivare con qualsiasi mezzo”.