Eccomi, la docuserie sulla Vocazione al sacerdozio.
Seconda stagione

ogni lunedì ore 19.35

dal 20 settembre

Torna Eccomi, la docuserie di Tv2000 dedicata alla vocazione al sacerdozio, in onda ogni lunedì alle 19.35, dal 20 settembre.
Giunta alla seconda edizione, torna con nuove storie e riflessioni sulla figura del prete, sul suo ministero, ma soprattutto si focalizza su una domanda: come si diventa ministri di Dio e che cosa è la chiamata?
Tredici puntate, due storie a puntata, ventisei sacerdoti protagonisti, per scoprire le ragioni più intime di quell’Eccomi, con il quale uomini, anche lontani dalla Chiesa, si ritrovano oggi a servirla prendendosi cura degli ultimi, degli emarginati, di chi ha bisogno di tornare a sperare e ad amare.

di Gianni Vukaj e Beatrice Bernacchi

Prima puntata:
DON MARCO RICCI
Don Marco Ricci, tifoso DOC del Napoli, nasce con una malattia genetica ossea rara, l’osteogenesi imperfetta, che gli provoca frequenti rotture di ossa.
Attraversa l’adolescenza, il desiderio di affrancarsi dalle cure dei genitori e fa delle bellissime gite in montagna con un gruppo di giovani capitanati da un sacerdote, chiamato affettuosamente dai ragazzi “il boss”: è là che matura il suo Eccomi.
Un Eccomi che rinnova ogni giorno a fianco degli ultimi, perché don Marco, soprannominato il parroco antibiocidio, è sceso in campo per la difesa dell’ambiente, contro chi avvelena la terra della sua zona, trasformandola da madre in matrigna.

 

DON PAOLO CASSANITI
Don Paolo Cassaniti, siciliano, all’età di quattro anni comincia a strimpellare la tastiera per poi approdare alla fisarmonica che diventerà la sua grande compagna di vita fino a farlo approdare al Conservatorio. Il mare, il sole, la musica, i ritmi lenti, i primi amori, l’incontro con la sofferenza e una domanda su tutte: “per chi sto vivendo”? E’ il tempo del discernimento, dell’ingresso in seminario che lo porterà a rispondere “Eccomi” alla chiamata sacerdotale, il 30 dicembre 2017, nella Cattedrale di Cefalù e ad abbracciare un nuovo progetto di evangelizzazione con le famiglie, sulle orme di San Paolo, Aquila e Priscilla, in pratica presbiteri e laici per una Chiesa a servizio di tutti.