Siria, parroco Aleppo: “La guerra della fame più brutale dei missili”

tg2000

Padre Ibrahim Alsabagh parla a Tv2000: “Tante persone pentite di essere rimaste nel Paese. L’arrivo del card. Sandri ci incoraggia”

Roma, 26 ottobre 2021. “Sono passati 10 anni dalla crisi siriana. Siamo passati dalla guerra con i missili a un’altra guerra più brutale: la fame”. Lo ha detto il parroco di Aleppo, padre Ibrahim Alsabagh, in un’intervista al Tg2000, il telegiornale di Tv2000, sulla situazione che sta vivendo la Siria oggi.
“Il 95% della gente – ha aggiunto il parroco di Aleppo – vive sotto la soglia di povertà. Con gli stipendi limitati si fa fatica a comprare il pane. Tante persone si sono pentite di essere rimaste in Siria”.
Padre Ibrahim, ai microfoni di Tv2000, ha inoltre commentato l’arrivo in Siria del prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, il card. Leonardo Sandri: “Il card. Sandri viene per risollevare gli animi e per dare pace e incoraggiamento in un futuro che si fa fatica a vedere”.