Vite a rischio per la verità. Giornalisti da Nobel

Today, 11 dicembre ore 15.15

Due giornalisti, il russo Dimitri Muratov e la filippina Maria Ressa, hanno vinto quest’anno il premio Nobel per la Pace, consegnato venerdì 10 dicembre a Oslo. A loro, e agli operatori dell’informazione che nel mondo rischiano la vita per far luce su notizie scomode, è dedicata la puntata di Today, l’approfondimento di Tv2000 sull’attualità internazionale, in onda sabato 11 dicembre alle 15.15.
“La verità è alla base di ogni democrazia e della pace duratura”, recita la motivazione del premio Nobel per la Pace 2021. I vincitori – il russo Dimitri Muratov, direttore di Novaja Gazeta, e la filippina Maria Ressa, fondatrice del sito Rappler – sono due giornalisti capaci di sfidare il potere costituito anche mettendo a rischio la propria vita. Come loro, centinaia di operatori dell’informazione stanno pagando oggi un prezzo altissimo per la verità: ben 481 sono detenuti in questo momento nel mondo, e dall’inizio dell’anno sono già 46 quelli che hanno perso la vita. Senza contare coloro che – come il birmano Swe Win, direttore di Myanmar Now e protagonista del reportage di Matt Davis – hanno dovuto lasciare il proprio Paese perché minacciati. In studio, con Andrea Sarubbi, commenterà questi temi Nello Scavo, inviato di Avvenire sotto scorta dopo le minacce ricevute per aver svelato i traffici in Libia sulla pelle dei migranti.
Nella seconda parte della trasmissione, spazio all’emergenza nel nord della Siria, dove migliaia di sfollati in fuga dalla guerra stanno rischiando di morire di freddo nei campi profughi. Solen De Luca lo racconta in un reportage con le immagini di Medici Senza Frontiere, presente anche in studio – con la logista Ilaria Rasulo, tornata dalla Siria – per illustrare la propria campagna “Mondo ferito”.

La puntata è aperta con una notizia di attualità: gli auguri di Natale del deputato americano Thomas Massie, in posa sotto l’albero con tutta la famiglia nell’atto di impugnare pistole e fucili, riapre il dibattito sulla regolamentazione negli Stati Uniti, dove nell’ultima settimana ben 361 persone sono state uccise da colpi di arma da fuoco. A commentare il tema, in collegamento, sarà Gianni Riotta.

Anticipazioni del 18 dicembre: Che anno è stato? Che anno sarà?