Al Diario di Papa Francesco il sacerdote oncologo in prima linea contro il covid-19

17 - 21 gennaio ore 17.30

Lunedì 17 gennaio
Padre Raffaele Di Muro – preside della Pontificia Facoltà Teologica San Bonaventura Seraphicum commenta in studio l’Angelus di Papa Francesco.

Martedì 18 gennaio
“Oltre il buio del dolore, oltre le ‘cicatrici’ provocate dal covid c’è l’oro della speranza”. E’ il messaggio del libro “L’oro nelle cicatrici. In corsia ho imparato a ricevere” di don Gianluca Mangeri, ospite di Gennaro Ferrara.
Don Gianluca, medico oncologo e sacerdote diocesano, cappellano dell’Istituto Ospedaliero Fondazione Poliambulanza di Brescia, ha raccolto in ospedale da novembre 2020 a maggio 2021 testimonianze di persone malate e operatori sanitari, senza tralasciare la sua esperienza a contatto con il virus agli inizi della pandemia. E’ da queste testimonianze che trae quell’oro, quelle scintille di speranza.
E’ un libro che “guarda oltre”, fino ad arrivare in Africa, per sostenere la campagna di vaccinazione anti-Covid dei medici con l’Africa Cuamm.

Mercoledì 19 gennaio
Per commentare la catechesi di Papa Francesco nell’Udienza generale, è ospite Padre Innocenzo Gargano – teologo e monaco camaldolese.

Giovedì 20 gennaio
La scoperta del Dio della gioia, di una spiritualità vivifica e non mortifera, nell’ultimo libro di fra Emiliano Antenucci, sacerdote dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini, Rettore Santuario Vergine del Silenzio, dal titolo “Il segreto è la gioia. Per dissipare ogni tristezza”. Ospite di Gennaro Ferrara, Fra Emiliano parlerà della gioia come sentimento che perdura nel tempo, a partire dalle parole di Papa Francesco: “l’umorismo è l’ingrediente della santità”.

Venerdì 21 gennaio
“Dio è bello (da morire). La mistica cristiana spiegata a tutti” di fra Roberto Fusco, docente di teologia spirituale, fa parte della Fraternità Francescana di Betania. Fra Roberto, ospite al Diario, ripercorrerà la vita di cinque personaggi simbolo della mistica cristiana: Mosè, Guglielmo di Saint-Thierry, Caterina da Siena, Teresa di Lisieux, Francesco d’Assisi. La mistica è intesa da fra Roberto come “l’avventura dell’uomo con Dio”.