Bari, arcivescovo: “Ladro si ravveda. Beni catalogati, sarà difficile venderli”

tg2000

Mons. Satriano parla a Tv2000: “La speranza di ritrovare gli oggetti non è persa” ma siamo “amareggiati e perplessi. Gesto tocca nervi scoperti della fede”

Roma, 22 marzo 2022. “Dico al ladro di ravvedersi. Mancano percorsi educativi, oggi i confini non sono più dentro percorsi valoriali. Dobbiamo recuperare i valori civili, sociali e religiosi che rappresentano lo spessore di una società”. Lo ha detto l’Arcivescovo di Bari-Bitonto, mons. Giuseppe Satriano, in un’intervista al Tg2000, il telegiornale di Tv2000, commentando il furto di alcuni oggetti nella Basilica di San Nicola a Bari.
“Ciò che lascia perplessi e amareggiati – ha aggiunto mons. Satriano – è l’incapacità di fermarsi e avere il senso del limite. Con questo gesto sono stati toccati i nervi scoperti della fede e della cultura di Bari. La città ha visto in San Nicola sempre un punto di riferimento”.

“La speranza di ritrovare gli oggetti rubati – ha rivelato mons. Satriano a Tv2000 – non è persa. Chi ha rubato si renderà conto che alla fine non è un valore facilmente commutabile in denaro perché sono dei beni catalogati e classificati. Speriamo veramente che questi oggetti possano tornare a casa”.