Lo scandalo della misericorida

Dopo la serie trasmessa lo scorso anno sulle parabole della Misericordia, Padre Enzo Bianchi, Priore della comunità monastica di Bose, torna sul piccolo schermo con quattro meditazioni volte a provocare il pubblico televisivo sulla portata “scandalosa” del perdono.

Un dialogo con Monica Mondo per chiudere l’Anno Santo ripercorrendo luoghi e storie che rappresentano le diverse sfaccettature della Misericordia.

Quattro temi per quattro puntate.

Riconciliazione: le vite che s’intrecciano al centro profughi di Castelnuovo di Porto, vicino Roma, insegnano che chi riceve Misericordia dà Misericordia. Al centro della puntata una domanda: siamo tutti capaci di perdono, o lo pretendiamo soltanto?

Guadagno. A che vale l’attenzione agli altri oltre che a se stessi? Rispondono i giovani della movida romana per capire com’è lo sguardo di chi ha fortuna e mezzi su chi ha bisogno di cura e perdono.

Mancanza: essere misericordiosi è avere la consapevolezza di mancare  di qualcosa, di sentirsi peccatori, non giusti. La riflessione è approfondita attraverso le storie di quanti, come gli ospiti dell’ospizio della Caritas, a Roma, vivono senza speranza e senza futuro.

Gratuità: le storie raccolte all’interno del carcere minorile di Airola, in provincia di Benevento, per spiegare che il perdono è causa del pentimento.

Con Padre Enzo Bianchi. A cura di Monica Mondo.
In onda la domenica alle 19.15. Dal 30 ottobre.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0