Alzheimer Caffè

Immaginate di svegliarvi una mattina e di scoprire che improvvisamente il vostro passato è scomparso, sparito, finito chissà dove”. A parlare è Luisa Bartorelli che per oltre 20 anni ha svolto la professione di medic o tra le corsie dell’ospedale Sant’Eugenio di Roma come primario di Geriatria. Ma ancora oggi Luisa Bartorelli non ha smesso di prendersi cura dei suoi pazienti. Anzi, ha dato vita ad un progetto semplice e innovativo, dal nome Caffè Alzheimer. Un luogo dove si incontrano malati e familiari, volontari e specialisti, due volte al mese, per stare insieme, bere qualcosa, scambiarsi due chiacchiere e rafforzare “la visione positiva della malattia.

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone